EASA REGOLAMENTO DRONI

Luglio 2019 sarà un mese dove inizierà a prendere vita il nuovo regolamento europeo.

Il percorso che inizierà quest’anno avrà uno sviluppo graduale, suddiviso in varie fasi, che ci porterà al regolamento definito entro il 2022.

Qui sotto è riportata una sintesi dei punti chiave divisa per periodi. Sotto si può vedere un video con spiegazione dettagliata.

USCITA DELLA CIRCOLARE ATM-09 E PUBBLICAZIONE NUOVO REGOLAMENTO

  • 1 Luglio uscita delle nuova circolare ATM-09 che pone le nuove regole e limiti di volo negli spazi aerei controllati.
  • Sempre a luglio usirà il nuovo regolmento europeo, che però inizierà ad essere applicato solo da Giugno 2020.
  • Fino a Giugno 2020 rimane valido il regolamento attuale e la formazione necessaria rimane esattamente quella di adesso. Perciò necessitano i corsi per il brevetto basico e critico per i non hobbisti.
  • Sempre da fine giugno, (o appena il portale sarà attivo) sarà obbligatorio registrre tutti i droni sotti i 250 Gr sul nuovo portale D-FLIGHT

SECONDA FASE – OTTOBRE 2019 – AVVICINAMENTO AL REGOLAMENTO EASA

  • Obbligo di dichiarare tramite un’applicazione dedicata, in maniera manuale, la posizione di volo ogni volta che si decolla.
  • EASA  farà uscire le linee guida delle valutazione rischio per le categorie specific. (per la prima volta si parlerà di BVLOS).
  • EASA pubblicherà una proposta per i nuovi scenari standard, che probabilmente si divideranno in Urban VLOS e Rural BVLOS.

 

TERZO STEP DA FEBBRAIO 2020

  • Dall ‘applicazione dove bisognerà dichiarare il punto di partenza manualmente, si passerà a una che lo rileva in automatico.

ULTIMA FASE – ADEQUAMENTO TOTALE AL REGOLAMENTO EUROPEO GIUGNO 2020

  • Ci sarà l’obbligo di istallare un dispositivo di tracciamento su ogni drone
  • Bisognerà registrare anche i droni sotto i 250 Gr se muniti di videocamera (fino a questo punto non è obbligatorio). Rimarranno esclusi solo i droni categoria giocattolo destinati ai minori di 14 nni.
  • Da Giugno 2020 al 2022 saranno applicate le Limited Open Category che su tutti i droni  attualmente in uso, cioè che non possiedono la nuova marchiatura CE come previsto da enac.

DI SEGUITO UN RIEPILOGO DI TUTTI I LIMITI E REGOLE DEL PERIODO TRANSITORIO FINO AL 2022